Gen 26

Confermato Mario Scarzella alla guida della Fitarco

Dal sito della FITARCO

24/01/2021

Tipo: Fitarco
Tags: Assemblea Elettiva,Assemblea Federale

L’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva svolta oggi a Roma ha decretato la conferma a Presidente della Federazione Italiana Tiro con l’Arco di Mario Scarzella eletto con il 63% dei voti. Eletto anche il nuovo Consiglio Federale

Mario Scarzella è stato confermato Presidente della Federazione Italiana Tiro con l’Arco per il quadriennio 2021-2024. L’incarico è stato ottenuto con 26694 voti pari al 63,927% del totale; a Paolo Poddighe, vicepresidente vicario uscente e secondo candidato alla presidenza, sono stati assegnati 15063 voti, pari al 36,073% del totale. La votazione è stata effettuata durante l’Assemblea Nazionale Ordinaria Elettiva che si è svolta a Roma oggi, domenica 24 gennaio, presso il Centro Tecnico Federale della FIB.

Queste le parole commosse verso la platea del Presidente Mario Scarzella dopo la rielezione: “Il sostegno che mi avete dimostrato è impagabile e vi assicuro che sarà ricambiato. La passione e l’amore sono maggiori rispetto al 2001, quando ho cominciato. Ho sempre puntato sulla condivisione e lo farò ancora. Dobbiamo cominciare a lavorare subito per rafforzare la ripartenza e per riuscirci dobbiamo stare tutti insieme, uniti, dietro la linea di tiro. Grazie a tutti!“. 

Al termine della seconda votazione è stato anche composto il nuovo Consiglio Federale, che vede la conferma di 4 Consiglieri su 10: Stefano Tombesi eletto nel Collegio Nazionale, Liviana Marchet nella Macro Zona Nord Est, Oscar De Pellegrin come Rappresentante Atleti e Sante Spigarelli come Rappresentante Tecnici. All’interno del nuovo consiglio entrano anche due ex presidenti di comitati regionali: Enrico Rebagliati, ex presidente della Liguria, votato nel Collegio Nord Ovest e Isole e Vittorio Polidori, ex presidente del Lazio, nel collegio Centro Sud. Novità importante riguarda anche la rappresentanza femminile, visto che sono 5 le donne elette: alla Marchet si aggiungono infatti Elena Forte che si presentava nel Collegio Nazionale, Maria Angela Casartelli nella Macro Zona Nord, Carla Di Pasquale nella nella Marco Zona Centro e Cristina Pernazza come Rappresentante Atleti.
Confermato anche il Presidente del Collegio dei Revisori Legali uscente, Mauro Leone

All’Assemblea Elettiva FITARCO, che ha visto come presidente di Assemblea Avv. Alessandra Bruni, hanno partecipato numerose autorità, compresi i massimi dirigenti dello sport italiano e dei Gruppi Sportivi Militari. 
Il Presidente del Coni, Giovanni Malagò, non potendo intervenire di persona, ha inviato un video saluto, trasmesso in assemblea, a tutti i partecipanti e all’intero mondo arcieristico: “Ciao a  tutti, midispiace moltissimo di non essere qui oggi con voi. Oggi abbiamo le qualificazioni olimpiche a Trieste nella Pallanuoto, partita decisiva. Il dovere mi chiama. Anche da lontano vi sono vicino ho sempre partecipato alle vostre Assemblee Elettive negli ultimi anni ma oggi non è proprio possibile. Auguro a tutti buon lavoro, a tutti i candidati. Al Consiglio uscente, alle persone che si sono prodigate per supportare questo sport, questa disciplina che tanto ha regalato di soddisfazioni al nostro paese di cui ne sono molto orgoglioso. Anche da lontano vi sono vicino. Un abbraccio forte alla Federazione Italiana di Tiro con l’Arco. Buon lavoro a tutti!”
 
All’assemblea elettiva è intervenuto anche il Presidente del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli, presente insieme al Segretario Generale Juri Stara, ha dichiarato: “Mi fa piacere essere qui, vi porto il saluto di tutta la famiglia paralimpica italiana della quale fate parte da tantissimi anni e che io ritengo di grandissima importanza, anche con risultati particolarmente importanti che ci valorizzano. Mi auguro che il confronto che avverrà durante questa assemblea sia arricchito dalle relazioni ma nel pieno rispetto del fair play e della dialettica. Da uomo di sport con grande umiltà ho sempre ritenuto che tra i tanti momenti importanti della vita di una Federazione è proprio Assemblea Federale che deve essere  vissuta non solo come momento di obbligo  statutario, ma di reale confronto su quello che si è fatto, sulle cose che hanno funzionato e quelle sulle quali migliorare. Solo con una dialettica elettore si può crescere.
Complimenti a tutti gli atleti olimpici e paralimpici, complimenti ai tecnici e a tutte le società sportive. Attribuisco al nucleo delle società sportive un’importanza fondamentale. In questo momento particolare quelle che hanno registrato maggiore sofferenza sono le società sportive presenti sul territorio. Auguro a tutti  noi che questo momento possa passare quanto prima, nel segno dello sport , dell’amicizia e di quello che lo sport ha rappresentato in questi anni. Ma anche lo sport come pezzo di politica pubblica che può aiutare se nel confronto anche politico ci fosse lo sforzo di elevare questo confronto in termini dialettici, penso che i problemi si possano risolvere in poco tempo. Sono fiducioso che questi problemi si risolveranno  presto e potremmo tornare ad abbracciarci, anche per celebrare i momenti di vittoria. mi auguro che questo abbraccio possa tornare ben presto a far parte della nostra quotidianità”.


CONSIGLIO FEDERALE FITARCO 2021-2024
Presidente: Mario Scarzella
Consiglieri Collegio Nazionale: Stefano Tombesi, Elena Forte
Consigliere Macro Zona Centro Nord: Maria Angela Casartelli
Consigliere Macro Zona Nord Ovest e Isole: Enrico Rebagliati
Consigliere Macro Zona Nord Est: Liviana Marchet
Consigliere Macro Zona Centro: Carla Di Pasquale
Consigliere Macro Zona Centro Sud: Vittorio Polidori
Consiglieri Rappresentanti Atleti: Oscar De Pellegrin, Cristina Pernazza
Consigliere Rappresentanti Tecnici: Sante Spigarelli
Presidente del Collegio dei Revisori Legali: Mauro Leone

Gen 21

50° anniversario secondo video

continua il nostro viaggio nel tempo con altre immagini della vita sportiva dell’ASCAT

Gen 15

50° anniversario

Nov 15

Emergenza Covid-19: chiarimenti misure per lo sport nelle tre aree a rischio

06/11/2020

Tipo: Fitarco Disciplina: Varie
Tags: Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,covid19,covid19,covid19,covid19,covid19,covid19,gare,gare,gare,gare,gare,gare

Pubblichiamo dal sito del Dipartimento per lo Sport le misure intraprese nelle tre aree a rischio definite dal DPCM del 3 novembre 2020 (Zona Gialla, Zona Arancione, Zona Rossa)

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 il Governo, nell’ultimo DPCM del 3 novembre 2020 (vedi link in fondo alla news) ha suddiviso le regioni in tre aree di rischio (gialla, arancione e rossa), con restrizioni crescenti. Ad essere utilizzati sono i 21 indicatori identificati dal Ministero della Salute per monitorare i dati epidemiologici secondo quanto stabilito nel documento di prevenzione Covid-19 messo a punto dall’Istituto Superiore di Sanità (vedi link in fondo alla news).

Per quanto riguarda le Regione a rischio medio (zona gialla) lo svolgimento dell’attività sportiva non subisce ulteriori restrizioni rispetto a quanto stabilito dal DPCM del 24 ottobre 2020 (vedi link in fondo alla news) tranne che per il divieto dell’utilizzo degli spogliatoi dei centri sportivi e nel rispetto degli orari di “coprifuoco” anche per l’attività sportiva.

Pertanto: è consentito svolgere l’attività sportiva e motoria all’aperto e nei centri sportivi all’aperto. Restano sospese le attività di palestre e piscine. Non sono consentiti gli sport di contatto salvo che in forma individuale e all’aperto. Restano consentiti gli eventi e le competizioni, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dal Cip, riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva.

Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni sopra citate sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli. È possibile svolgere attività motoria e sportiva dalle 5 del mattino alle 22 di notte. A tutti è consentito uscire dal comune di residenza senza particolari permessi e necessità, ma con il divieto di entrare in zone a rischio alto (arancione o rossa).

Per quanto riguarda le Regioni a elevata gravità (zona arancione) sono valide le disposizioni di cui sopra ad accezione del fatto che l’attività sportiva non si potrà svolgere al di fuori del proprio Comune di residenza, salvo che per le situazioni indicate all’art. 2, comma 4, lettera b).

Per quanto riguarda le Regioni caratterizzate da massima gravità (zona rossa) è previsto il divieto di ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.

L’attività motoria è consentita solo in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da altre persone e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezioni individuali. L’attività sportiva è possibile solo all’aperto e in forma individuale e non più all’aperto presso centri o circoli sportivi.

Sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli Enti di promozione sportiva, mentre sono consentiti gli eventi e le competizioni sportive riconosciute di rilevanza nazionale dal CONI e dal CIP, che si tengano all’aperto o al chiuso, senza pubblico. Sono consentiti gli allenamenti degli atleti, agonisti e non, partecipanti agli eventi e alle competizioni di rilevanza nazionale previsti dalla norma. In questi casi sono consentiti anche gli spostamenti inter-regionali.

Gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono quelli oggetto di provvedimento del CONI o del CIP.

Per quanto riguarda il tiro con l’arco si farà riferimento alla Circolare N.61-2020

Ott 01

Dal giornale online City Sport

Post precedenti «

» Post successivi