Nov 15

Emergenza Covid-19: chiarimenti misure per lo sport nelle tre aree a rischio

06/11/2020

Tipo: Fitarco Disciplina: Varie
Tags: Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,Allenamenti,covid19,covid19,covid19,covid19,covid19,covid19,gare,gare,gare,gare,gare,gare

Pubblichiamo dal sito del Dipartimento per lo Sport le misure intraprese nelle tre aree a rischio definite dal DPCM del 3 novembre 2020 (Zona Gialla, Zona Arancione, Zona Rossa)

Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19 il Governo, nell’ultimo DPCM del 3 novembre 2020 (vedi link in fondo alla news) ha suddiviso le regioni in tre aree di rischio (gialla, arancione e rossa), con restrizioni crescenti. Ad essere utilizzati sono i 21 indicatori identificati dal Ministero della Salute per monitorare i dati epidemiologici secondo quanto stabilito nel documento di prevenzione Covid-19 messo a punto dall’Istituto Superiore di Sanità (vedi link in fondo alla news).

Per quanto riguarda le Regione a rischio medio (zona gialla) lo svolgimento dell’attività sportiva non subisce ulteriori restrizioni rispetto a quanto stabilito dal DPCM del 24 ottobre 2020 (vedi link in fondo alla news) tranne che per il divieto dell’utilizzo degli spogliatoi dei centri sportivi e nel rispetto degli orari di “coprifuoco” anche per l’attività sportiva.

Pertanto: è consentito svolgere l’attività sportiva e motoria all’aperto e nei centri sportivi all’aperto. Restano sospese le attività di palestre e piscine. Non sono consentiti gli sport di contatto salvo che in forma individuale e all’aperto. Restano consentiti gli eventi e le competizioni, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dal Cip, riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva.

Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni sopra citate sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli. È possibile svolgere attività motoria e sportiva dalle 5 del mattino alle 22 di notte. A tutti è consentito uscire dal comune di residenza senza particolari permessi e necessità, ma con il divieto di entrare in zone a rischio alto (arancione o rossa).

Per quanto riguarda le Regioni a elevata gravità (zona arancione) sono valide le disposizioni di cui sopra ad accezione del fatto che l’attività sportiva non si potrà svolgere al di fuori del proprio Comune di residenza, salvo che per le situazioni indicate all’art. 2, comma 4, lettera b).

Per quanto riguarda le Regioni caratterizzate da massima gravità (zona rossa) è previsto il divieto di ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute.

L’attività motoria è consentita solo in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro da altre persone e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezioni individuali. L’attività sportiva è possibile solo all’aperto e in forma individuale e non più all’aperto presso centri o circoli sportivi.

Sono sospesi tutti gli eventi e le competizioni organizzati dagli Enti di promozione sportiva, mentre sono consentiti gli eventi e le competizioni sportive riconosciute di rilevanza nazionale dal CONI e dal CIP, che si tengano all’aperto o al chiuso, senza pubblico. Sono consentiti gli allenamenti degli atleti, agonisti e non, partecipanti agli eventi e alle competizioni di rilevanza nazionale previsti dalla norma. In questi casi sono consentiti anche gli spostamenti inter-regionali.

Gli eventi e le competizioni riconosciuti di interesse nazionale sono quelli oggetto di provvedimento del CONI o del CIP.

Per quanto riguarda il tiro con l’arco si farà riferimento alla Circolare N.61-2020

Ott 01

Dal giornale online City Sport

Ago 23

2° gara Fragsburg H&F 12+12

Sportclub Merano Sezione Tiro con l’Arco

Paolo Pockaj

Domenica 23 agosto 2020

Risultato importante raggiunto dal nostro Paolo Pockaj nella gara H&F disputata a Merano quest’oggi. Dopo un lungo percorso creato nelle foreste meranesi, tra boschi, alture e prati, e riuscito ad aggiudicarsi il terzo posto divisione compound classe seniores, con l’ottimo punteggio di 363 punti. Bravo Paolo!!!

Lug 28

Summer Special 2020

Una mattina con il Centro Estivo della Parrocchia Beata Vergine Addolorata e in collaborazione con l’OMA

Una mattina speciale quella di oggi presso il nostro campo di Basovizza, all’insegna della spensieratezza e voglia di respirare aria pulita facendo uno sport sano quale il tiro con l’arco.

Diciannove ragazzi accompagnati da quattro educatori e dalla infaticabile Suor Giovanna, dopo aver eseguito l’inevitabile routine della misurazione della febbre, aver indossato le mascherine e igienizzato le mani, si sono affidati ai nostri istruttori Paolo e Claudio e si sono divertiti in continue sfide, con l’obbiettivo di centrare il tanto agognato giallo. Tra grida di incitamento e frecce tirate le poche ore passate insieme sono trascorse in un lampo, e come ricordo prima della foto di rito, tutti gli arcieri provetti hanno ricevuto il meritato attestato di partecipazione.


Lug 20

La voglia di ricominciare

Gara sperimentale a Cormons 19 luglio 2020

Nata sotto il segno della sperimentazione proposta dalla Fitarco, si è svolta la gara sperimentale organizzata dalla Compagnia Arcieri Cormons. Dopo questi mesi di assoluto fermo di tutte le competizioni, ottanta arcieri si sono ritrovati con piacere sul terreno di gara, pronti a provare il brivido del confronto pur sapendo che il fine non era il ranking, ma la sperimentazione e quindi capire se il tutto era fattibile seguendo un protocollo di sicurezza contro il virus COVID 19.

E noi potevamo mancare? Presenti con la squadra master (Fontanone, Valentini e Rugliano) che ha conquistato la medaglia di bronzo.

Da segnalare anche l’ottima prova di ieri di Paolo Pockaj nel 3D con il compound di Montebelluna, sempre sperimentale.

Post precedenti «